Algeria:’tutti sanno Bouteflika è morto’ – Ultima Ora


(ANSA) – ROMA, 8 MAR – Il candidato alle presidenziali in
Algeria, Rachid Nekkaz, è stato fermato dalle forze dell’ordine
svizzere davanti all’ospedale di Ginevra dove è ricoverato
l’anziano presidente Abdelaziz Bouteflika, che ha intenzione di
candidarsi per un quinto mandato nelle elezioni di aprile. Lo
riferisce il sito della Tribune de Genève, aggiungendo che
Nekkaz era “insieme a un centinaio di concittadini”.
   
Ieri sera in un’intervista a Europe 1, l’uomo d’affari
franco-algerino aveva annunciato di volersi recare a Ginevra
“per vedere” di persona se Bouteflika “sta bene”, “quando tutti
quanti sanno che è morto”.
   
Il Consiglio costituzione algerino, scrivono i media
francesi, ha respinto la candidatura di Nekkaz a causa della sua
nazionalità francese. L’oppositore avrebbe quindi deciso di
candidare un suo cugino omonimo che, in caso di vittoria,
creerebbe l’incarico di vicepresidente apposta per lui che, di
fatto, guiderebbe l’Algeria.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA