Analista, su vendite iPhone il peggio è passato – Hi-tech


Sul fronte delle vendite di iPhone, il peggio per Apple potrebbe essere alle spalle. Ne è convinto l’analista Ming-Chi Kuo, noto esperto della società di Cupertino. Stando a una nota intercettata da Business Insider, l’analista stima che nel trimestre in corso le consegne di iPhone caleranno del 14% su base annua, una flessione più contenuta rispetto al -29% del trimestre precedente. I volumi dovrebbero poi stabilizzarsi in autunno.

Apple agli inizi di gennaio ha corretto al ribasso le stime sui ricavi per il quarto trimestre, i cui risultati finanziari saranno comunicati questa sera. Alla base della correzione, il rallentamento della delle vendite di iPhone causato soprattutto dalla frenata della domanda cinese.

In questo quadro, la compagnia ha sta mostrando l’intenzione di puntate in misura maggiore sui servizi, in modo da alimentare i ricavi. Gli ultimi indizi arrivano da indiscrezioni secondo cui Apple vorrebbe lanciare servizi in abbonamento dedicati a riviste e videogiochi.

Stando al sito The Information, Apple vorrebbe fornire in abbonamento l’accesso alle riviste, seguendo una strategia che, accanto alle sottoscrizioni separate, consenta di farne una sola, più conveniente, valida per riviste, musica e tv, in stile Amazon Prime.

Secondo il sito Cheddar, che cita cinque persone a conoscenza dei fatti, dopo la musica e l’audiovisivo Apple vorrebbe creare un servizio in abbonamento per i videogiochi, una sorta di “Netflix dei videogame” che consente alle persone di accedere a una serie di titoli in cambio di un pagamento mensile.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/tecnologia_rss.xml