Caianiello, soldi erano leciti per FI – Ultima Ora


(ANSA) – MILANO, 29 MAG – Nino Caianiello, il presunto
‘burattinaio’ del sistema di corruzione, appalti pilotati e
finanziamenti illeciti svelato dalla Dda milanese, sostiene di
non aver mai preso “soldi in modo illecito” e che il denaro
raccolto durante la sua attività politica “lo ha messo in Agorà,
un’associazione culturale legata a Forza Italia e nel partito”.
   
Lo ha spiegato l’avvocato Tiberio Massironi prima dell’udienza
al Riesame, chiarendo anche che Caianiello è un “decisionista
che aveva rapporti coi vertici locali e nazionali” di FI.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA