Cerciello urlò,fermati siamo carabinieri – Ultima Ora


(ANSA) – ROMA, 29 LUG – “Fermati siamo carabinieri, basta”. E’
quanto avrebbe urlato il vice brigadiere Mario Cerciello Rega al
giovane californiano durante l’aggressione mortale. A riferirlo
il suo collega nell’annotazione sull’intervento contenuta
nell’ordinanza di convalida del fermo dei due americani. “Il
vice brigadiere Cerciello Rega, a breve distanza da me, – dice
il collega – ingaggiava una colluttazione con l’altro giovane e
ricordo di aver sentito le urla del mio collega che profferiva
testuali parole: fermati siamo carabinieri, basta”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA