Cucchi: Cc, annotazione sotto dettatura – Ultima Ora


(ANSA) – ROMA, 08 FEB – Ancora il tema delle annotazioni di
servizio ‘sostituite’ è stato al centro dell’udienza di oggi del
processo che vede cinque carabinieri, tre dei quali accusati di
omicidio preterintenzionale per la morte di Stefano Cucchi, il
geometra romano morto nell’ottobre 2009 in ospedale, una
settimana dopo il suo arresto per droga. Sul banco dei testimoni
è ritornato il maresciallo dei carabinieri Davide Antonio
Speranza, firmatario di due annotazioni di servizio che
contengono l’indicazione delle condizioni di Stefano Cucchi la
notte del suo arresto. Già un problema si ha nell’indicazione
del giorno della redazione: la prima annotazione datata 16
ottobre 2009, in realtà fu “redatta dopo la morte di Cucchi,
mentre la datai qualche giorno prima perché pensai si trattasse
di un atto che avrei dovuto redigere alla fine del servizio”; la
seconda datata 27 ottobre 2009 “dettata dal maresciallo
Mandolini”, uno degli imputati di calunnia e falso.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/tecnologia_rss.xml