Ex legale di Apple accusato di insider trading – Tlc


Le autorità americane accusano un ex legale di Apple di insider trading: Gene Levoff si sarebbe liberato di titoli per 10 milioni di dollari nei giorni precedenti alla diffusione di risultati deludenti da parte di Cupertino. Secondo il Dipartimento di Giustizia, Levoff ha realizzato guadagni per 227.000 dollari ed evitato perdite per 377.000 dollari in una serie di scommesse sui titoli Apple fra il 2011 e il 2016. L’accusa di insider trading comporta una sentenza fino a 20 anni di carcere e una multa fino a 5 milioni di dollari. A puntare il dito contro Levoff è anche la Sec, che lo accusa di aver violato l'”obbligo di riservatezza nei confronti di Apple e dei suoi azionisti” e di “aver usato le informazioni societarie a suo beneficio”. Le accuse, che si sommano alle indiscrezioni sul lancio di nuovi servizi, appesantiscono il titolo Apple in Borsa.

Nel tentativo di recuperare le mancate vendite di iPhone, Cupertino sta puntano sui servizi e potrebbe lanciare a breve una ‘Netflix per le News’ con un abbonamento mensile per poter accedere a contenuti illimitati delle società editoriali che vi fanno parte. L’iniziativa si scontra con la resistenza proprio degli editori: il nodo è la divisione dei ricavi. Cupertino punta a mantenere il 50% di quelli dagli abbonamenti e si impegna a non condividere con gli editori i dati personali degli utenti. Ma i maggiori editori si oppongono alla fetta troppo alta di ricavi chiesta da Apple e al fatto che la quota restante andrebbe in un fondo da dividere poi fra le varie pubblicazioni in base al tempo trascorso dagli utenti sui loro articoli.

Potrebbe essere lanciato a breve anche un nuovo servizio di video in streaming: un’iniziativa che vedrebbe come grande assente Netflix. In dubbio anche la presenza di HBO.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/tecnologia_rss.xml