Favorivano Casalesi, misure per 11 – Ultima Ora


(ANSA) – NAPOLI, 15 LUG – La Dia di Napoli ha notificato
un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali, emessa
dal Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione
Distrettuale Antimafia nei confronti di 11 persone ritenute
gravemente indiziate, a vario titolo ed in concorso tra loro,
per concorrenza illecita, trasferimento fraudolento di valori e
favoreggiamento personale, fatti aggravati dall’utilizzo del
metodo mafioso e per aver favorito il clan dei Casalesi, fazione
Russo Schiavone.
   
La Dia è intervenuta su una articolazione imprenditoriale
legata al gruppo Russo-Schiavone, fazione del clan dei Casalesi
e facente capo ad una storica figura apicale, Mario Iavarazzo.
   
Quest’ultimo, condannato in via definitiva per il delitto di
associazione di tipo mafioso, è stato, fino al 2010, il
detentore della cassa del clan dei Casalesi. Dopo la sua
scarcerazione nel maggio 2015, aveva ripreso ad operare nel
settore pubblicitario, facendo ricorso anche alla forza di
intimidazione del clan nei confronti dei concorrenti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA