Huawei Mate30 colpito dal bando di Trump – Hi-tech


(ANSA) – MONACO, 19 SET – Huawei convoca la stampa a Monaco
di Baviera per mostrare il primo telefono che paga le
conseguenze della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina.
   
Davanti a una platea un migliaio di giornalisti, la compagnia
svela il Mate 30, uno smartphone top di gamma che incorpora
tecnologie tra le più avanzate sul mercato, ma che sul mercato
rischia di arrivare monco: probabilmente non avrà a bordo le app
e i servizi di Google, dalla posta di Gmail alle Mappe, da
Google Drive e Foto a YouTube.
   
La causa è l’inserimento di Huawei, lo scorso marzo, nella
“lista nera” del commercio Usa, con cui Donald Trump ha impedito
(o comunque reso molto difficile) alle aziende americane vendere
beni e servizi al colosso asiatico.
   
Lo smartphone girerà come sempre su Android, il sistema
operativo di Google, ma nella sua versione open source, cioè la
versione basica e gratuita che Huawei e gli altri costruttori
sono liberi di usare senza dover stringere accordi commerciali
con Google.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA