In Italia cala la domanda dei brevetti europei – Software e App


Rallenta la crescita delle domande di brevetti europei dall’Italia: nel 2018 l’European Patent Office (Epo) ne ha ricevute 4399, l’1% in più rispetto al 2017 (in cui erano state 4360), ma in calo rispetto all’aumento del 4,3% segnato sul 2016.

Un andamento, nonostante il calo, che si conferma positivo per il quarto anno consecutivo e pone il paese al 10/mo posto in Europa. Per l’Italia il settore dei trasporti è stato quello con l’incremento maggiore (21%), mentre le prime tre società per numero di brevetti richiesti sono G.D, Pirelli e Chiesi Farmaceutici.

A livello territoriale la Lombardia si conferma, anche nel 2018, la regione con il maggior numero di richieste (32% del totale), mentre l’Abruzzo (+146%) quella con il tasso di crescita maggiore. Complessivamente l’Epo ha ricevuto più di 174.000 di richieste di brevetto, il 4,6% in più rispetto al 2017: un aumento guidato dalle società europee, mentre rallenta l’incremento di domande dalla Cina, e gli Stati rimangono il primo Paese per provenienza (25% delle richieste totali).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA