Microsoft voleva acquisire Spotify – Internet e Social


(ANSA) – ROMA, 29 LUG – Microsoft in passato avrebbe messo
gli occhi su Spotify, al punto che sarebbe stata interessata a
rilevarla. Lo rivela il libro Spotify Untold, stralci della
pubblicazione sono finiti sul sito di Variety. Il tutto risale a
qualche anno fa, quando Microsoft aveva lanciato la sua
piattaforma di streaming musicale Groove Music poi chiusa ad
inizio del 2018. A quel tempo, la società di Redmond ha
collaborato con Spotify per consentire agli abbonati di questa
piattaforma di trasferire ai suoi utenti la raccolta musicale e
le playlist esistenti all’altro servizio con pochi click. Poi
l’acquisizione non è mai avvenuta.
Microsoft non è stato l’unico colosso del web ad aver puntato
la piattaforma di streaming musicale di proprietà di Daniel Ek.
   
Anche Google e Tencent si sono fatte aventi. E vari passaggi del
libro sono dedicati alla guerra con Apple per il servizio
musicale sul territorio statunitense.
   
Tra le altre rivelazioni del libro, il fatto che Spotify era
a sua volta interessata all’acquisto della rivale Tidal e ancora
più vicino all’acquisizione di SoundCloud. E di come volesse
competere nel mercato video con Netflix e Fire Tv.
   
Il libro è basato su oltre 70 interviste condotte con
investitori ed ex manager di Spotify ma anche manager di major
musicali, attraverso le testimonianze racconta come Spotify è
diventata la principale piattaforma di streaming a livello
mondiale. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA