Montanari, non mi candido per gli Uffizi – Ultima Ora


(ANSA) – ROMA, 2 LUG – “Non mi candido per la direzione degli
Uffizi”. Intervistato dall’ANSA, lo storico dell’arte Tomaso
Montanari smentisce i rumors che lo danno in pole position per
la successione a Firenze di Eike Schmidt. Per due principali
ragioni, spiega: “La prima è che disapprovo radicalmente la
riforma Franceschini”, la seconda “è che non sono e non sono mai
stato alla ricerca di altri lavori”. Il vero fronte su cui è
necessario impegnarsi, sottolinea, “è la partita per la tutela
del patrimonio, quel patrimonio diffuso e fuso con l’ambiente di
cui parlo nel brano che è stato scelto per la maturità. E che
cerco di servire come presidente del comitato scientifico per le
Belle Arti: al Mibac, ma di nomina universitaria”. Quanto agli
Uffizi, precisa, “ho accettato di stare nel consiglio
scientifico perché è un posto senza retribuzione né potere dove
esprimere motivato e leale dissenso, in scienza e coscienza. Il
ministro Bonisoli me l’ha chiesto per garantire una visione
opposta a quella di Franceschini-Schmidt”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA