Morta a Ponte Sisto: incontrò aggressore – Ultima Ora


(ANSA) – ROMA, 10 MAG – Prima l’incontro in un bar del centro e
poco dopo la morte. Si indaga per rintracciare il responsabile
dell’omicidio di Imen Chatbouri, l’ex campionessa di atletica
tunisina di 37 anni trovata morta all’alba del 2 maggio sulla
banchina del Tevere, con il borsone della palestra vicino. La
donna sarebbe stata avvicinata alle spalle dall’uomo con cui si
è incontrata quella sera nel bar che l’ha presa dalle spalle e
l’ha buttata giù. Sulla vicenda indagano gli investigatori della
squadra mobile. Ancora da chiarire se i due si conoscessero da
tempo o se si siano incontrati per la prima volta quella sera.
   
Al momento non si esclude nessuna ipotesi, anche quella che alla
base dell’omicidio possa esserci un rifiuto della vittima alle
avance dell’assassino.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA