Nyt, bin Salman, team anti dissidenti – Ultima Ora


(ANSA) – WASHINGTON, 18 MAR – Il principe ereditario saudita
Mohammed bin Salman autorizzo’ una campagna segreta per mettere
a tacere i dissidenti, usando la sorveglianza, i sequestri,
la detenzione e la tortura di cittadini sauditi, piu’ di un anno
prima dell’uccisione del giornalista dissidente Jamal Khashoggi
nel consolato di Riad a Istanbul. Lo scrive il New York Times
citando dirigenti americani che hanno letto rapporti di
intelligence segreti.
   
Se ne occupava un team che le fonti
chiamano gruppo di intervento rapido saudita.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA