Pakistan, se resta proteggiamo Asia Bibi – Ultima Ora


(ANSA) – ISLAMABAD, 7 FEB – “Asia Bibi è ora libera cittadina
e sarà lei a scegliere se vivere in Pakistan o se andare in
un’altra parte del mondo” se qualcuno offrisse di aiutarla, ma
se deciderà di restare, sarà protetta. Lo ha detto il ministro
degli Esteri del Pakistan, Shah Mahmood Qureshi, che si trova in
visita in Gran Bretagna, in un’intervista alla Bbc a proposito
della donna cristiana condannata a morte per blasfemia e poi
assolta dalla Corte suprema di Islamabad. Alla richiesta se
fosse ancora in custodia, Qureshi ha risposto: “Non mi risulta
che sia sotto custodia. E’ stata protetta ed è una cittadina del
Pakistan e abbiamo il dovere di proteggere qualsiasi cittadino
che sia in pericolo”. Sulle proteste suscitate dall’assoluzione
di Asia Bibi, Qureshi ha detto che “devono rispettare la legge”,
aggiungendo che “diverse persone sono finite in cella”. Qureshi
ha detto: “L’abbiamo protetta perché non vogliamo che le sia
fatto del male. Può scegliere se andarsene. Lo deciderà lei”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/tecnologia_rss.xml