Per Verneuil integrazione si disintegra – Ultima Ora


(ANSA) – ROMA, 6 MAR – L’integrazione ha un ‘cuore
selvaggio’ per la famiglia Verneuil, come dimostra ‘Non sposate
le mie figlie! 2’ di Philippe de Chauveron, sequel del fenomeno
cinematografico con 150 milioni di euro incassati nel mondo e in
sala con 01. Eravamo rimasti con i coniugi Verneuil (Christian
Clavier e Chantal Lauby), ormai rassegnati al matrimonio delle
loro adorate figlie con uomini di origini e culture molto
distanti dalla loro: Rachid (Medi Sadoun), musulmano di origini
algerine, Chao (Frédéric Chau), ateo e figlio di cinesi, l’ebreo
David (Ary Abittan) e il senegalese Charles (Noom Diawara). Ma
l’integrazione sembra non aver funzionato troppo per i 4 generi
che sono di nuovo in crisi. “Mi diverte fare dell’ironia su
tutti gli argomenti possibili e non apprezzo che alla mia opera
vengano dati significati diversi. Se proprio deve esserci un
messaggio sarebbe che viviamo tutti nello stesso paese, tanto
vale fare in modo che tutto vada per il meglio e che ciascuno di
noi possa essere felice!” spiega de Chauveron.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA