Privacy: 516 casi affrontati da board Ue – Tlc


(ANSA) – BRUXELLES, 25 LUG – Sono 516 i casi
transfrontalieri affrontati dal Board europeo sulla protezione
dei dati, istituito con l’entrata in vigore del regolamento
generale sulla protezione dei dati (Gdpr). Emerge da una
relazione della Commissione europea a poco più di un anno
dall’entrata in vigore del Gdpr, e presentata dal vicepresidente
Valdis Dombrovskis e dalla commissaria Vera Jurova.
   
Nell’insieme, dal bilancio dell’Esecutivo comunitario emerge
che la maggior parte degli Stati membri ha istituito il quadro
giuridico necessario per il Gdpr, ed il nuovo sistema di
applicazione sta entrando in vigore. Le imprese stanno
sviluppando una cultura della conformità che contribuisce alla
sicurezza dei dati, mentre i cittadini stanno diventando più
consapevoli dei loro diritti, anche se solo il 20% sa quale
autorità pubblica sia responsabile per la protezione dei loro
dati. Per questo la Commissione ha lanciato una campagna estiva
per incoraggiare alla lettura delle dichiarazioni sulla privacy
e all’ottimizzazione dei profili di privacy.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA