Shutdown, siti del governo a rischio hacker – Tlc


Lo shutdown negli Stati Uniti, al suo 24esimo giorno, avrebbe effetti anche sulla sicurezza informatica di diversi siti governativi. Dal Dipartimento di Giustizia alla Nasa, per dozzine di portali è infatti scaduto il certificato di sicurezza e gli hacker si possono frapporre tra la piattaforma e gli utenti che la visitano.

A renderlo noto è Netcraft, società inglese che si occupa di sicurezza, che specifica come alcuni di questi siti incamerino molte informazioni personali degli utenti. Se lo shutdown andrà avanti, sempre più certificati di sicurezza scadranno, poiché c’è la necessità di avere degli impiegati che li rinnovino.

“Ci sono reali opportunità per minare la sicurezza dei cittadini degli Stati Uniti”, dice Paul Mutton, ricercatore di Netcraft. I certificati di sicurezza, che utilizzano una chiave crittografica per verificare che un sito sia legittimo, sono strumenti cruciali per il funzionamento sicuro del web.

Consentono ai siti di usare strumenti che secretano le informazioni che i siti inviano e ricevono dagli utenti. Se i certificati di un sito non sono validi, gli strumenti di sicurezza non funzionano. Lo shutdown lascia le informazioni – dalle password ai numeri delle carte di credito – vulnerabili agli hacker. Inoltre, i cybercriminali potrebbero indirizzare furtivamente i visitatori a scaricare software dannosi mascherati da file normali, come il pdf di un documento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/tecnologia_rss.xml