Tokyo 2020, robot aiuteranno i disabili – Hi-tech


(ANSA-AP) – ROMA, 15 MAR – I Giochi di Tokyo potrebbero
passare alla storia come le “Olimpiadi dei robot”. Gli
organizzatori hanno infatti presentato i supporti robotici
pensati per aiutare spettatori, lavoratori e atleti durante le
Olimpiadi e le Paralimpiadi del 2020, in primis chi è in sedia a
rotelle.
   
Le novità, svelate stamani nel corso di una conferenza nella
capitale giapponese, sono due e portano la firma di due sponsor
forti della kermesse sportiva: Toyota e Panasonic. Toyota ha
svelato il suo Human Support Robot (Hsr), un robot bianco e nero
dotato di braccio meccanico che assiste chi si trova su sedia a
rotelle: trasporta borse e altri oggetti, offre informazioni e
guida gli spettatori al loro posto. Allo stadio olimpico di
Tokyo ce ne saranno sedici in funzione.
   
Panasonic ha invece messo a punto la Power Assist Suit: un
esoscheletro che consente di sollevare e trasportare oggetti con
meno fatica e senza sovraccaricare la schiena. Sarà usato dai
lavoratori nelle location di Olimpiadi e Paralimpiadi, oltre che
nel villaggio olimpico.
   
“I robot non dovrebbero sopraffare le persone; possono avere
una relazione amichevole con gli esseri umani e possono
lavorarci insieme. E’ questo il tipo di robot che immaginiamo”,
ha detto Masaaki Komiya, vice direttore generale alle Olimpiadi
di Tokyo. Grazie ai Giochi, ha aggiunto il direttore dei servizi
tecnologici Hideyo Hirata, “la gente in tutto il mondo potrà
comprendere quanto il Giappone sia avanzato in termini di
tecnologia robotica”.(ANSA-AP).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA