Usa 2020: test, hackerate macchine voto – Tlc


(ANSA) – ROMA, 30 SET – Le macchine per votare impiegate
nelle elezioni americane sono state bucate da un gruppo di
hacker. Stando a quanto riporta il Washington Post, è accaduto
in occasione della conferenza ‘Def Con’ avvenuta ad agosto a Las
Vegas, ma la notizia è trapelata solo pochi giorni fa perché i
responsabili hanno riferito le vulnerabilità direttamente alle
autorità americane per porre rimedio. Ognuna delle oltre 100
macchine esaminate dai ricercatori è risultata vulnerabile ad
almeno un attacco ha spiegato Matt Blaze, professore alla
Georgetown University, presente all’evento. Sono state testate
macchine per votare utilizzate in tutto il paese, in gran parte
ordinate su eBay. I dettagli non sono noti, ma si parla di
password di default troppo semplici e un sistema poco efficace
di crittografia per secretare le informazioni raccolte. La
violazione può avvenire mediante accesso fisico alle macchine ma
anche da remoto. L’esperimento fa riflettere in vista delle
elezioni presidenziali del 2020 e considerato quanto è emerso
dopo le elezioni del 2016 in termini di interferenze dall’estero
nel processo di voto. “Ho intenzione di farlo presente a tutti i
membri del Senato degli Stati Uniti”, ha detto il senatore
dell’Oregon Ron Wyden alla Cnn. Come riporta il Washington Post,
il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell sta
bloccando i progetti di legge che imporrebbero misure di
sicurezza elettorale. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA