Via da Nigeria, fonda museo contadino – Ultima Ora


(ANSA) – JESI (ANCONA), 15 FEB – ANSA – “L’Italia per me è un
paese di opportunità, se hai un’idea”. Jeffery Eromosele
Osoiwanlan, 33 anni, nigeriano con lo status di rifugiato
politico, è arrivato in Italia su un barcone nel 2015, sfuggendo
ai terroristi di Boko Haram. A Montecarotto ha trovato un tetto,
la famiglia Gasparini che l’ha accolto, ed ha realizzato con
loro il suo sogno: trasformare una casa colonica abbandonata in
fattoria didattica modello economicamente autosufficiente. La
sua “Fattoria di campagna”, premiata da Coldiretti con l’Oscar
Green, è un’arca di Noè, con animali da cortile e razze esotiche
provenienti da tutto il mondo, dallo struzzo al cinghiale. Oggi
Jeffery ha inaugurato qui un nuovo museo della civiltà contadina
per “spiegare ai bambini e alle scuole come si viveva in queste
campagne tanti anni fa. Perché se non sai da dove vieni non puoi
sapere dove vuoi andare. In Nigeria ho studiato scienze
politiche però quando sono arrivato in Italia ho messo in piedi
questo progetto che è la mia passione”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/tecnologia_rss.xml